«Era lei, sola e nervosa. Ho avvisato Questura»- Corriere.it

di Redazione Cronaca

Il racconto di una donna che l’ha incrociata una settimana dopo la scomparsa, il 14 dicembre. Incrociata per strada, «mi ha superata in velocità e ha fatto un verso strano»

Potrebbe essere stata avvistata il 22 dicembre a Trieste Liliana Resinovich, la donna scomparsa dalla sua abitazione il 14 dicembre, il cui cadavere è stato trovato il 5 gennaio nel parco dell’ex Ospedale psichiatrico di San Giovanni. A riferire l’avvistamento è una testimone, che poi, come ha affermato alle telecamere dell’emittente locale Telequattro, si è rivolta alla Questura.

«Era alle mie spalle, ha fatto un verso nervoso»

La donna, ricostruendo i suoi movimenti, spiega che «verso le 8.50-9» del 22 dicembre, mentre stava camminando nei pressi dell’ospedale Maggiore, «questa persona» le è passata accanto. «Era alle mie spalle» e avvicinandosi «ha fatto un verso particolarmente nervoso, forte. Mi sono girata e le ho dato strada. Era da sola, è arrivata all’improvviso in velocità, mi ha superato e ha continuato a camminare. Io mi sono fermata in attesa dell’autobus mentre lei ha proseguito, senza attraversare la strada». Secondo il racconto della testimone alle telecamere, questa persona indossava «pantaloni neri, un giubbotto corto imbottito,…