era inciampato e si era sparato col fucile

Una morte assurda, giunta dopo alcuni giorni di agonia trascorsi in ospedale. Il suo decesso è stato causato da una dinamica dei fatti incredibile. Adelio è stato davvero molto sfortunato e mai si sarebbe aspettato di perdere la vita così a soli 30 anni, mentre faceva una cosa che amava particolarmente. Era rimasto gravemente ferito e i medici, intervenuti sul posto, avevano subito compreso che si fosse in presenza di una preoccupante emorragia, oltre che della rottura del suo femore.

Secondo quanto è stato ricostruito finora, l’uomo si trovava insieme a papà Amedeo e ad altre persone ed era intento ad effettuare una battuta di caccia. Poi si è verificato un incidente inaspettato e improvviso, che non gli ha lasciato scampo. Subito dopo l’accaduto, sul luogo in cui si è verificato il fatto erano arrivati i carabinieri. Al comando il capitano Fabio Castagna, che insieme agli altri militari sta comunque cercando di fare chiarezza per fare luce su qualsiasi punto che possa rimanere oscuro.

Stando a quanto emerso finora, Adelio Di Natale sarebbe improvvisamente inciampato e si sarebbe sparato involontariamente con il suo stesso fucile che aveva con sé per cacciare. Il proiettile lo ha centrato nelle parti dell’inguine, facendogli così perdere una…