“Epidemia presente, ma curva contagi è piegabile”


I numeri di oggi dei nuovi contagi e soprattutto “il dato più drammatico delle persone che perdono la vita”, 853 le vittime registrate nelle ultime 24 ore, “sono i numeri di una epidemia ancora molto presente nel nostro paese”. “Ma c’è da dire che da qualche settimana vediamo un segnale che va nella direzione giusta, l’Rt si sta abbassando, due settimane fa era 1,7, poi 1,4 ora è 1,2 e sta scendendo: questo significa che le misure che abbiamo adottato iniziano a dare i loro effetti”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite a ‘diMartedì’ suLa7.


Per questo – ha continuato il ministro – “dobbiamo continuare a insistere su questa strada perché la curva è piegabile e stiamo un po’ alla volta piegandola ma bisogna insistere con la massima prudenza”.



Il prossimo Dpcm? “Valuteremo fino all’ultimo i dati, ci sono ancora molti giorni da qui alla scadenza del decreto ancora in vigore, quindi vorremmo vedere e capire quanto riusciamo ancora a piegare la curva con le misure adottate finora, ma continueremo con il principio di proporzionalità” delle misure restrittive, ha risposto Speranza a una domanda del conduttore Giovanni Floris sul prossimo…