epicentro al largo di Pesaro- Corriere.it

di Redazione Cronache

Prosegue lo sciame sismico nella zona dopo il terremoto del 9 novembre. L’ultimo evento all’alba di domenica. Al momento non si segnalano danni. Gi 2.300 le verifiche dei vigili del fuoco negli ultimi dieci giorni

Ancora una scossa davanti alla costa marchigiana. Un terremoto di magnitudo 4.3 stata registrata nel mare di fronte Pesaro alle 6.20 di domenica mattina, seguita da una scossa di magnitudo 3.2 alle 6.23. L’epicentro del sisma, avvertito anche ad Ancona, a 9 km di profondit, a 21 km a est di Fano e 28 km da Pesaro. Al momento non si registrano danni o problemi alle persone.

Prosegue dunque lo sciame sismico nelle Marche che ha provocato danni per diverse decine di milioni di euro e oltre un centinaio di sfollati tra le province di Ancona e Pesaro Urbino. Le scossa pi forti si sono verificate il 9 novembre (magnitudo 5.5 e 5.2). Sabato, alle 9.56, un’altra scossa piuttosto forte, di magnitudo 3.5. Finora sono oltre 2.300 le verifiche effettuate dai vigili del fuoco per controllare la staticit e le condizioni degli edifici.

20 novembre 2022 (modifica il 20 novembre 2022 | 08:00)