Elezioni Brasile, cosa c’è da sapere sul duello elettorale Lula-Bolsonaro- Corriere.it

di Sara Gandolfi

Chi sono e cosa vogliono i due principali candidati delle presidenziali. Dall’economia all’Amazzonia, due programmi molto distanti. E un punto in comune: tre mogli

Domenica 2 ottobre oltre 156 milioni di brasiliani voteranno per eleggere il nuovo presidente e il suo vice, tutti i 513 membri della Camera dei deputati, un terzo dei senatori, i governatori e i deputati dei 27 Stati di cui composta la Federazione. Complessivamente la scelta fra 29,2 milioni di candidati. Gli aspiranti presidenti sono sei ma la sfida ormai ristretta ai due grandi protagonisti-avversari della politica brasiliana: l’attuale presidente Jair Bolsonaro del Partito liberale di destra (in carica dal 2019) e l’ex presidente Luiz Incio Lula da Silva (in carica dal 2003 al 2010), candidato di un’ampia coalizione guidata dal Partito dei Lavoratori di sinistra.

Sara Gandolfi cura la newsletter Mondo Capovolto, ci si iscrive gratuitamente a questo link

In uno scenario estremamente polarizzato, carico di tensioni e di violenza – almeno tre le persone uccise per motivi politici durante la campagna elettorale, fatto inedito in Brasile
– i duellanti hanno lottato fino all’ultimo voto: Lula, il favorito, spera di riuscire a superare la soglia del 50% pi uno dei voti validi…