Elezioni 2022, il Pd si salva solo a Firenze: un caso isolato. «Buongoverno». «No, solo interessi»

27 settembre 2022 – 07:27

Cosa ha salvato il Pd a Firenze? Non può bastare lo spettro evocato da Enrico Letta

di Giulio Gori



Firenze è una delle pochissime realtà nazionali in cui il Pd abbia retto all’urto dilagante della destra. E se in altre città tradizionalmente rosse il centrosinistra è caduto, a spiegare il risultato fiorentino non può bastare lo spettro evocato molte volte da Enrico Letta, la paura di Fratelli d’Italia alla guida del governo. Cos’è che ha salvato il Pd a Firenze? Secondo il presidente toscano di Fipe Confcommercio, Aldo Cursano, il motivo sta «nel buongoverno della città»: «Firenze ha reagito bene al post pandemia — spiega — Ha recuperato in modo importante dalle difficoltà economiche, a partire dal mercato americano. E anche adesso, che siamo entrati in bassa stagione turistica, il numero delle presenze è ancora importante. E ha saputo guardare ai giovani, l’Estate Fiorentina, con i suoi eventi, ha dimostrato che la città è viva e vitale». Prospettiva simile, ma con alcuni dubbi rispetto al futuro, per l’imprenditore Alessandro Sordi, ceo di Nana Bianca: «Negli ultimi sei mesi, sul fronte del turismo Firenze ha registrato numeri mai visti prima. E le persone che vivono di turismo sono…