Elettricità e gas, caccia a 22 miliardi (potenziali) di extraprofitti- Corriere.it

Extraprofitto, chi era costui? Aziende energivore, consumatori, leader di partito, autorit e tecnici ministeriali si aggirano per il mercato dell’energia chiedendosi chi, nelle more di aumenti stratosferici dei prezzi del gas e dell’energia elettrica, abbia ricavato utili ben oltre quelli normali. E domandandosi se sia possibile recuperarli con qualche manovra fiscale che compensi, almeno in parte, gli incrementi degli ultimi tempi. Che gli extraprofitti siano una realt innegabile, ma dove trovarli non cosa semplice in un mercato assai complicato per numero e ruoli dei tantissimi singoli attori. Ci si pu provare, tuttavia, e qualcuno l’ha gi fatto.

I produttori di gas

Intanto pare ovvio che il grosso sia andato nelle tasche dei produttori di gas internazionali. Per quanto riguarda l’Italia, i fornitori russi (Gazprom), algerini, libici, qatarini ed azeri. L’Eni ha ancora una quota di qualche miliardo di metri cubi (circa 4 su 74 totali) ma si tratterebbe di stabilire se l’abbia ceduta a termine. Solo sul lato gas, comunque, circola una stima di circa 40 miliardi di euro di extra-costo per l’intero sistema nazionale su base annuale. Cifre non proprio recuperabili, tuttavia.


Geotermico, fotovoltaico, eolico

Sull’elettricit le cose sono ancora pi…