Egitto, oppositore arrestato dopo il «dirottamento» del suo aereo a Luxor- Corriere.it

di Marta Serafini

Sallam, sostenitore dei Fratelli musulmani, preso dopo che il volo su cui viaggiava dal Sudan alla Turchia stato fatto atterrare in Egitto. La denuncia degli attivisti: Al Sisi come Lukashenko

come in Bielorussia ora dirottano gli aerei per arrestare i dissidenti. Tutto ha inizio mercoled scorso quando il 29enne Hossam Menoufi Mahmoud Sallam, sostenitore dei Fratelli musulmani, organizzazione dichiarata terrorista in Egitto, sale a bordo del volo Badr Airlines, compagnia aerea sudanese, n. J4690 diretto da Khartoum a Istanbul. Durante il volo, per il comandante cambia rotta. E atterra a Luxor, in Egitto, dove secondo la denuncia della ong We Record con sede a Istanbul, Sallam viene arrestato.

Secondo la compagnia aerea, il volo ha cambiato rotta per un guasto tecnico che ha costretto il comandante a richiedere un atterraggio di emergenza. A dimostrarlo — sempre secondo Badr Airlines — il fatto che l’aereo sarebbe poi stato inviato all’aeroporto di Bratislava per la manutenzione mentre un aereo sostitutivo stato inviato da Khartoum per portare i passeggeri a Istanbul. La compagnia aerea dunque nega qualunque coinvolgimento ma non nega l’arresto.

Mohsen al-Shami, capo dell’amministrazione per la gestione delle crisi a Luxor,…