ecco perché puntiamo su Italia e Usa- Corriere.it


Andrea Bonomi, fondatore e presidente di Investindustrial

«Il settore del food ha avuto per molto tempo tassi di crescita e di redditività medio-bassi, ma prevediamo che nei prossimi anni l’industria alimentare subirà una grande trasformazione. Problemi di scarsità legati ai cambiamenti ambientali, di tracciabilità dei prodotti, l’imporsi dei criteri Esg, l’evoluzione dei gusti e dei bisogni dei consumatori ne fanno sulla base delle nostre analisi uno dei comparti più dinamici del futuro». Andrea Bonomi, erede di una delle più importanti dinastie imprenditoriali milanesi, fondatore e presidente di Investindustrial — una società di investimento che ha risorse per 11 miliardi di euro, specializzata nell’acquistare, far crescere internazionalmente e quindi cedere le società partecipate — fa il punto sulle strategie del gruppo all’indomani dell’acquisizione di due importanti società statunitensi, Parker Food, specializzata negli ingredienti alimentari speciali ad alto valore aggiunto e una divisione del gruppo TreeHouse Foods, leader nella produzione e distribuzione di prodotti alimentari private label per retail e ristorazione.

Perché questa accelerazione degli investimenti in campo alimentare?
«Per ragioni strategiche e per opportunità…