“Ecco il centro antipaura del nostro cervello: da qui controlla ansia e fobie”

Degli scoppi ci svegliano all’improvviso, e vediamo dei lampi nel cielo: dopo un attimo di disorientamento, invece di spaventarci sorridiamo. Perché abbiamo già esperienza dei fuochi d’artificio, e questa conoscenza cancella la paura. Se invece ci trovassimo in uno scenario di guerra, la reazione sarebbe ben diversa. È proprio la modulazione della paura – in base sia al contesto sia a ciò che conosciamo e ricordiamo – l’oggetto di uno studio pubblicato su Neuron da ricercatori del Sainsbury Wellcome Centre di Londra.

Ansia : proviamo a curarla con la Divina Commedia

di

Paola Emilia Cicerone



Nello studio viene individuato, per la prima volta, il circuito cerebrale che permette alle nostre conoscenze di attenuare la paura: è il nucleo genicolato laterale ventrale (vLGN), ed è parte del talamo, ovoide al centro del cervello cruciale per interconnettere le varie aree cerebrali. La scoperta della funzione antipaura di questo circuito potrà permettere, un giorno, di avere un’arma in più contro le fobie e le ansie legate al disturbo da stress post traumatico, grazie alla possibilità di…