“È stato come un padre”

La morte di Gigi Proietti, lo scorso novembre, ha segnato tutti nel profondo, non soltanto il pubblico che lo ha sempre seguito e amato ma anche i colleghi, soprattutto quelli che hanno avuto l’onore di lavorare al suo fianco. Uno di questi è Marco Giallini, l’attore romano che di recente abbiamo apprezzato in tv nello show Lui è peggio di me, con Giorgio Panariello. Nell’ultima intervista rilasciata a Il Messaggero il pensiero è tornato a lui, a quel “gigante” con cui ha recitato nel film Io sono Babbo Natale, sua ultima apparizione.

Marco Giallini, il toccante ricordo di Gigi Proietti

Schivo, riservato e mai sopra le righe. Il ritratto di Marco Giallini è quello di un artista “maledetto”, per usare un’immagine d’altri tempi. Eppure quando si confida è sempre un’occasione per scoprire quanto sia bella la sua anima. E vedere o ascoltare un uomo di gran cuore come lui è sempre una ventata d’aria fresca, in un mondo che dello straparlare ha fatto quasi una religione.

Lo ha fatto ancora una volta Giallini, cimentandosi in una breve ma intensa intervista a Il Messaggero, rilasciata in occasione della primissima proiezione del film Io sono…