E’ morta Laura Wronowski, staffetta partigiana nipote di Matteotti

E’ morta all’età di 99 anni la giornalista Francesca Laura Wronowski De Topòr, ultima nipote di Giacomo Matteotti. “Ciao Laura, ciao Partigiana. Un grande dolore”, scrive l’Associazione nazionale partigiani d’Italia, rendendo nota la sua scomparsa.

A 19 anni Wronowski si avvicinò alla Resistenza, entrando a far parte della brigata partigiana Giustizia e Libertà, intitolata allo zio Giacomo Matteotti e capitanata dal cognato Antonio Zolesio, (il comandante “Umberto”) marito della sorella Natalia. Sulla tessera del Corpo Volontari della Libertà il suo nome di battaglia come staffetta partigiana era “Kiky”, ma ufficialmente decise di utilizzare il secondo nome di battesimo, Laura. Prese parte a numerose azioni partigiane, fra cui la liberazione di venti prigionieri ebrei dal campo di Calvari.

Terminata la guerra, Laura Wronowski intraprese la carriera giornalistica, diventando professionista nel 1951. Si sposò con Massimo Fabbri e quando nacque il figlio Maurizio, decise di lasciare il lavoro. In seguito ha testimoniato a lungo ai giovani la sua esperienza di partigiana e il valore della memoria con incontri nelle scuole.

Nel 2016 Laura Wronowski è stata insignita dal Ministero della Difesa della Medaglia di Liberazione, in occasione del…