è il nono della sua storia ⋆ ZON

Immagine da Pixabay

In Argentina la crisi portata dalla pandemia di Coronavirus è stata fatale. Scaduto il termine di pagamento: trattative posticipate al 2 Giugno

Iniziano ad emergere i primi seri problemi economici portati dalla pandemia di Coronavirus. Dopo la bancarotta del Libano di marzo, dalle 17 di venerdì, ora della East Coast americana, anche l’Argentina è andata ufficialmente in default. Per il paese sud-americano si tratta del nono della sua storia.

Il rischio del Fmi è che l’effetto Argentina possa contagiare anche altri Paesi emergenti in difficoltà. Inoltre il Fmi ha stilato un’altra lista ufficiosa con tutti quei Stati che si indebitati con la Cina per le grandi opere della Belt and Road, in molti infatti stanno chiedendo a Xi Jinping di ottenere rinvii e sconti sui debiti.

Tuttavia il default di venerdì sera dell’Argentina non è già irrimediabile. Il Governo del presidente Alberto Fernandez, infatti, non ha onorato una tranche di pagamento degli interessi in scadenza per un importo di 500 milioni di dollari. La cifra è modesta se paragonata al debito totale che è di 65 miliardi. Però è bastato il mancato pagamento per decretare il default. Ma proseguono le trattative tra le parti….