è il «Nobel per la matematica»- Corriere.it

Il riconoscimento alla 38enne per i suoi lavori sul «problema dell’impacchettamento delle sfere». È la seconda donna a vincere il premio dal 1936

«Mi dispiace essere solo la seconda e spero di essere la prima di una lunga serie», ha detto al New York Times appena ricevuta la notizia. Maryna Viazovska, ucraina di Kiev, professoressa al Politecnico federale svizzero di Losanna, è la vincitrice di una delle quattro medaglie Field, il maggiore riconoscimento mondiale per la matematica, analogo al Nobel. Viazovska è nota per le prove di equivalenti dimensionali superiori dell’impilamento di sfere di uguali dimensioni.

Dei 60 matematici che hanno vinto Fields Medals prima di quest’anno, 59 sono uomini. Unica eccezione, fino a ieri, una matematica di Stanford, Maryam Mirzakhani, premiata nel 2014. Il lavoro di Viazovska è basato sulle teorie di Johannes Keplero risalenti a più di 400 anni fa. La 38enne matematica ucraina è stata premiata in particolare per i suoi importanti lavori relativi al cosiddetto «problema dell’impacchettamento di sfere», ossia la dimostrazione matematica di quel che può apparire un banale enigma della vita quotidiana che affrontiamo quando cerchiamo di mettere una serie di oggetti rotondi all’interno di una scatola.

— Le notizie…