«Due dosi a tre settimane di distanza»- Corriere.it

di Margherita De Bac

Il vaccino anti Covid pediatrico sarà disponibile prima di Natale. Locatelli: «I bambini vanno immunizzati per tutelare la loro salute». E sulla variante Omicron: «Ancora non è chiaro se può provocare una malattia più grave»

«Rapida nella diffusione, ma non sappiamo se capace di provocare malattia grave. Il vaccino, ora più che mai, resta fondamentale unito all’uso di mascherina». Non minimizza l’allarme Franco Locatelli, coordinatore del comitato tecnico scientifico, sulla variante Omicron che «ha un elevato numero di mutazioni (oltre 30), identificata per la prima volta in Botswana all’inizio di novembre e poi trovata in tutti e 77 i campioni analizzati dalla provincia Gauteng del Sudafrica tra il 12 e il 20 novembre».

Dati che lei cita a riprova dell’elevata rapidità di diffusione di questo ceppo. E’ anche più aggressivo?
«Non è chiaro ad oggi se avrà maggior capacità di provocare malattia grave. Ma l’attenzione deve essere mantenuta al livello più elevato e bene ha fatto per primo il Ministro Speranza, seguito poi dagli altri Ministri UE, a interrompere tempestivamente accessi e voli dagli 8 Paesi che ne sono stati investiti».

Può sfuggire ai vaccini?
«È la domanda cruciale. La presenza di mutazioni nelle…