Drone ucraino colpisce deposito di carburante nella Russia più interna

 

Mentre gli occhi del mondo erano rivolti alla Polonia,  mercoledì si è verificato un altro grave attacco nel sud della Russia, vicino al confine con l’Ucraina.

Le autorità russe hanno descritto un sospetto attacco di droni dopo l’esplosione di un deposito di carburante. L’attacco è avvenuto nell’oblast’ di Oryol, a circa 180 miglia dal confine ucraino. “Oggi [mercoledì] alle 04:00 [01:00 GMT] un sospetto drone ha fatto esplodere un deposito di carburante nel villaggio di Stalnoi Kon. Non ci sono state vittime”, ha dichiarato il governatore della regione di Oryol in un comunicato.

fonte ogtrk.ru/Moscow Times

Se si conferma che si tratta di un attacco di droni ucraini, si tratta di un’escalation significativa, data la distanza dell’impianto dal confine.

L’AFP/Moscow Times osserva: “La maggior parte degli attacchi si è verificata contro obiettivi a poche decine di chilometri dal confine, il che fa sì che l’incidente di mercoledì si distingua per essere avvenuto più in profondità nel territorio russo“.

È probabile che si tratti di una ritorsione ucraina per i devastanti attacchi aerei russi in corso che cercano di degradare e mettere fuori uso le infrastrutture energetiche dell’Ucraina in un momento in cui si avvicinano le…