Draghi: ecco la nomina dei sottosegretari del nuovo Governo

Immagine da Pixabay

La vera sfida per il Governo Draghi rimane la scelta del nuovo team dei sottosegretari. Disparità, disequilibri: i partiti e le loro pretese

Dopo il grande consenso ottenuto al Senato e alla Camera, Mario Draghi dovrà fare i conti con una squadra al sottogoverno ancora incompiuta. Ancora al vaglio viceministri e sottosegretari, la competizione si fa alta per i partiti, impegnati a tirare acqua al proprio mulino nella delicata fase di nomina.

L’appuntamento potrebbe però subire ritardi, considerata la difficoltà nel trovare un accordo tra gli esponenti dei diversi partiti. Le posizioni a disposizione sarebbero circa 42, un’occasione che ha inaugurato una vera e propria guerra di posizione per il nuovo sottogoverno. Da un’iniziale impronta tecnica, Draghi si sarebbe poi spostato verso una linea più aperta al dialogo politico, ma con delle clausole. Considerata la delicatezza già precaria degli equilibri politici, Draghi avrebbe, infatti, posto dei limiti ben precisi. Tra questi salta all’occhio il 60% di quote rosa e una rappresentanza equa del peso parlamentare.

Viciministri e sottosegretari

Tutti contro tutti. Lo scontro parte con il face-to-face tra Lega e Partito Democratico, per i…