donne massacrate? Femministe italiane in silenzio – Libero Quotidiano

Giovanni Sallusti

Guardatele, queste persiane fierissime, incrollabili, straordinarie. Guardatele negli occhi, mentre si strappano quello che Oriana Fallaci chiamava «stupido cencio medievale» e lo bruciano, si tagliano i capelli davanti alla telecamera, urlano al mondo la loro consapevolezza di esseri liberi. Se cercate la lotta vera, perfino eroica, al patriarcato, la trovate lì, nell’Iran islamista e totalitario. Dove è prevista una “polizia religiosa” che punisce i trasgressori della sharia. Mahsa Amini era una di questi: dal suo velo spuntava una ciocca di capelli infedele, oscena, intollerabile. È stata arrestata, massacrata di botte e uccisa. La protesta, specie giovanile, è esplosa. La polizia spara sui manifestanti (ad ora sarebbero 5 le vittime), ma la rivolta libertaria non si placa. Una rivolta anzitutto in nome della dignità e dell’autodeterminazione della donna, che cade nel silenzio assoluto delle femministe nostrane.

 

 

 

Essì, lorsignorine sono impegnate da settimane a spiegarci il rischio di un’affermazione del fascismo patriarcale immaginario nel caso in cui vinca le elezioni l’unica donna leader di partito in…