donna estratta viva dopo 6 ore

Dramma questa mattina a San Felice a Cancello, in provincia di Caserta, quando a causa probabilmente dell’esplosione di una bombola di gas, o di una fuga di gas, una palazzina n via Napoli è completamente crollata intorno alle 6.30.

“Abbiamo pensato ad un terremoto e siamo scesi in strada”, hanno raccontato ai soccorritori arrivati sul posto. Fino a questa mattina all’appello mancavano due persone, marito e moglie, Giuseppina, 74 anni, e il marito, anche lui 74enne Mario Sgambato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che stanno continuando a scavare, i carabinieri per i rilievi del caso e capire il motivo del crollo della palazzina.

“Con il passare delle ore è venuta meno la speranza di riuscire a trovarlo in vita. I vigili del fuoco e tutte le altre forze hanno fatto un lavoro encomiabile da questa mattina. Giuseppina e Mario, due persone meravigliose. Educate, perbene. Lui tecnico informatico, poi andato in pensione. Gentile, sempre allegro. Come la moglie”, ha detto il sindaco Giovanni Ferrara poco prima del ritrovamento del cadavere dell’uomo.

Caserta crolla villetta donna viva

Giuseppina, invece, è stata estratta viva. La donna è rimasta sotto le macerie per più di 6 ore, fino a quando i vigili del fuoco sono riusciti a estrarla. Già da qualche ora la…