dobbiamo eliminare l’output gap dalle valutazioni di bilancio della UE

 

L’output gap, la teorica differenza fra PIL di piena occupazione e PIL attuale,, è stato usato negli ultimi 20 anni dalla Commissione e dai suoi tecnici come la giustificazione per imporre una continua contrazione della spesa pubblica all’Italia. I tecnici della Commissione affermavano che non potevamo spendere di più perché eravamo già a piena occupazione per cui il nostro “Output gap” il vuoto di attività economica da riempire con la spesa pubblica, era pari a zero. Peccato che l’Output gap sia una misura fittizia, costruita ad arte e più volte contestata dai tecnici.-

In audizione con i commissari Europei Dombrovskis e Gentiloni sulla revisione delle regole di bilancio europee, Antonio Maria Rinaldi è intervenuto sulla materia, come potrete leggere e sentire qui di seguito.

A cui rivolgo le seguenti domande.

Non ritiene che nel pacchetto del semestre europeo debba esserci fra i punti essenziali di non tener conto dell’output gap in quanto è un indice che dovrebbe valutare il differenziale della capacità produttiva fra l’economia reale e il suo potenziale, mentre nella pratica ha dimostrato di essere un parametro oggettivamente non quantificabile e le proiezioni prodotte negli…