Di Maio: “Calenda è un bullo. Nel centrosinistra spero siano caduti tutti i veti”

Il ministro degli Esteri ha annunciato l’accordo con Agenda nazionale civica. E sul programma: “Azzerare l’Iva sui beni alimenti di prima necessità”. Si cerca l’accordo con il Pd sui collegi uninominali

“Calenda? Mi hanno sempre insegnato che con i bulli è meglio porgere l’altra guancia”. Risponde così al leader di Azione il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che in mattinata ha tenuto una conferenza stampa per annunciare il patto con la rete Agenda nazionale civica, che annovera amministratori locali in tutta Italia e che è presieduta dal sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci. Insieme al titolare della Farnesina anche l’altro leader di Impegni civico, il sottosegretario Bruno Tabacci.

E’ stata l’occasione per rilanciare sul programma elettorale di Ic. “Abbiamo deciso di fare una campagna elettorale portando avanti un programma molto concreto: dal tetto massimo prezzo del gas, che è ancora irrealizzato a causa dell’irresponsabilità di Conte, Salvini e Fi che hanno fatto cadere il governo Draghi”, ha detto Di Maio. “Abbiamo ben chiaro che l’inflazione e l’aumento dei costi nel carrello della spesa degli italiani non sia sostenibile, per questo nella prossima legge di bilancio proporremo l’azzeramento dell’Iva sui beni di prima necessità…