Decreto Covid, i ministri della Lega minacciano di non votarlo. E il super pass sparisce- Corriere.it

di Redazione online

I rappresentanti del Carroccio in consiglio dei ministri lasciano filtrare un documento fortemente critico nei confronti della linea scelta da Draghi: «Siamo responsabili ma non acquiescenti»

Il varo delle misure per contenere la variante Omicron si sta rivelando assai più laborioso del previsto e rischia di costare al governo Draghi un sovrapprezzo di tensioni politiche. Il termometro della situazione è dato da un documento fatto uscire dai ministri della Lega mentre è ancora in corso il consiglio dei ministri e nel quale i rappresentanti del partito di Salvini lasciavano trapelare la loro insoddisfazione per alcune misure sul tavolo (qui la bozza completa del provvedimento) , in particolare il super green pass per alcuni servizi. Solo dopo la levata di scudi leghista il provvedimento è stato cancellato.

«Siamo responsabilmente al governo ma non acquiescenti a misure, come gli obblighi che incidono profondamente sulla libertà al lavoro che è tutelata dalla costituzione o a misure senza fondamento scientifico – questa l’opinione espressa dai ministri del Carroccio Giancarlo Giorgetti, Massimo Garavaglia ed Erika Stefani – visto che la maggioranza assoluta dei ricoverati Covid ha ben più di 60 anni. Inoltre, manca l’assunzione…