Decreti Sicurezza e blocco navale. A destra il piano antimigranti nasce vecchio

Ritorno alle leggi di Salvini, respingimenti e hot-spot in Africa, ma nessuna menzione ai respingimenti. Cosa c’è e cosa manca nel piano del centrodestra sull’immigrazione

Alla voce immigrazione il centrodestra riparte da dove aveva lasciato, la parola d’ordine è decreti “Sicurezza”. Nel programma di coalizione appena concordato, Matteo Salvini e Giorgia Meloni non potevano che trovare terreno comune sul provvedimento per eccellenza degli anni d’oro dei “porti chiusi”. Eppure, scorrendo i  punti programmatici, è la sostanziale genericità delle proposte a sorprendere. Al di là dei decreti “Sicurezza”, si menziona il “contrasto all’immigrazione irregolare e gestione ordinata dei flussi legali di immigrazione”. Il come fare resta un mistero. 

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE