De Luca e la débâcle del Pd: «Basta depressione, chi è stanco stia a casa. Il Sud scomparso da orizzonte Pd»

Mezzogiorno, 28 settembre 2022 – 14:34

Il governatore campano: «Ora serve un congresso rapido, e quanto più aperto alla partecipazione popolare, e non autoreferenziale»

di Redazione online

Un appello a reagire subito alla sconfitta elettorale, pena il rischio di essere relegati a una dimensione regionalistica. È l’invito che viene dal governatore campano Vincenzo De Luca in una nota in cui analizza il dopo voto. «Avverto fra la nostra gente un clima di depressione, di “fine della storia”. Credo sia indispensabile uscire subito da questo stato d’animo. Il colpo è stato duro. Ma occorre reagire con forza. Chi si è stancato, stia a casa. Per chi vuole combattere è necessario guardare in faccia la realtà, con l’umiltà, il rigore, lo spirito autocritico necessariamente spietato, che ci è richiesto ora». Reagisce così, De Luca, alla sconfitta subita dai suoi fedelissimi e più in generale dal Pd, laddove il M5S si è affermato come primo partito.


Prima c’è la parte dell’autocritica: «Prima che un problema di uomini e di programmi», afferma, «c’è un problema di relazioni umane. Nei nostri confronti è cresciuto un sentimento di insofferenza, di estraneità. Veniamo percepiti come un misto di presunzione,…