De Luca attacca Speranza: «Il ministero della Salute non esiste. E il ministro fa il chierichetto»

Mezzogiorno, 7 luglio 2022 – 13:23

Il governatore: «Tra il ministero e la realtà è come il rapporto tra cartomante ed astrofisica»

di Felice Naddeo



Per ogni argomento d’attualità, Vincenzo De Luca trova un nemico. E lo attacca. La sua è una strategia che si è consolidata negli anni. Una tecnica. Quando era sindaco di Salerno, si scagliava contro l’allora presidente della giunta regionale, Antonio Bassolino. Poi è toccato al successore, Stefano Caldoro. Oggi, da governatore, ha alzato il tiro. Ha criticato l’ex premier Giuseppe Conte e poi anche l’attuale presidente Mario Draghi. In tempi di lockdown, l’obiettivo era il generale Figliuolo. Senza dimenticare le accuse al segretario del Pd, Enric0 Letta, e al ministero della Cultura, guidato da Dario Franceschini. Ma in sostanza, De Luca litiga da solo. Lo scontro gli serve per alimentare il colpo a effetto. Per attirare l’attenzione (e forse deviarla da altri settori). Nelle ultime settimane, nel mirino c’è il ministro della Salute, Roberto Speranza. Tant’è che contro il riparto dei fondi della Sanità, il governatore ha presentato anche un ricorso al Tar.

L’affondo

Non contento, oggi è tornato alla carica. Con un coup de theatre messo in scena in occasione…