«De Filippi fumava in seggiovia. Belén? Non è tanto portata»- Corriere.it

di Flavio Vanetti

L’Academy dell’ex azzurro: a lezione con i campioni del passato. «Scio con gente geniale che ha fatto fortuna. Ho imparato tanto, la mia nuova carriera l’ho costruita tra skilift e funivie»

Da campione dello slalom, con il peso di una controversa eredità «tombiana», a istruttore per chi vuole (e può) permettersi un weekend sulla neve in posti d’élite, come St. Moritz, Crans Montana, la Val Gardena o la Val Badia. E pure con insospettabili compagni di sciate. Volete misurarvi con Bode Miller o Lindsey Vonn? Citofonate Giorgio Rocca, lui può accontentarvi grazie alla Ski Academy che da qualche anno offre «pacchetti» interessanti. Ma in prima linea c’è soprattutto il ragazzo nato a Coira, cresciuto a Livigno, residente a Lugano e capace di parlare pure il romancio: a fine 2021 era a St. Moritz con Diletta Leotta («Si vede che ha stoffa per lo sci»), a metà dicembre ad Andermatt scendeva con Michelle Hunziker, testimonial di Svizzera Turismo.

L’autobiografia

Lo sportivo ha dunque generato l’imprenditore, non senza un percorso travagliato che Giorgio ha raccontato in «Slalom», recente autobiografia a cui accenneremo dopo le curiosità del nuovo mestiere. Tanto per cominciare, Rocca ha scoperto la dedizione degli allievi. Be’,…