D’Avino (Fimp): “Meningite e gravi conseguenze si possono prevenire”

“Il meningococco dà quadri di meningite e sepsi, cioè malattie invasive gravi che si possono prevenire con la vaccinazione. Noi siamo molto attenti a tutto quello che riguarda la prevenzione e, come pediatri di famiglia, riteniamo le attività vaccinali come prioritarie”, spiega Antonio D’Avino, presidente nazionale Fimp (Federazione italiana medici pediatri) in occasione della Giornata mondiale della meningite che si celebra il 5 ottobre.

Tutto si basa “sul rapporto fiduciario che si instaura con i genitori sin da quando il bambino ha pochi giorni. Per sviluppare un’alleanza – continua – sensibilizziamo sin dalla prima visita i genitori sulle attività vaccinali previste negli anni dal piano nazionale prevenzione vaccinale. Ci adeguiamo alle evidenze scientifiche che hanno determinato la composizione del piano nazionale prevenzione vaccinale, con l’individuazione di vaccini tutti fortemente raccomandati, tra cui il meningococco. E’ importante – sottolinea il presidente Fimp – poter disporre di un vaccino che può prevenire queste infezioni severe che non sono tante numericamente – in anni come il 2019 e 2019 contiamo tra 100 e 150 infezioni invasive segnalate di meningococco – ma se i bambini non sono trattati tempestivamente, non…