«Da dove vengo io tutti sembrano invisibili»- Corriere.it

di Salvatore Riggio

L’attaccante del Milan ha rilasciato un’intervista a Outpomp in cui ha toccato diversi temi: dal padre «che non sapeva come pagare i biglietti del treno» alla musica con Ikoné della Fiorentina

L’amore per il calcio, la passione per il Milan, lo scudetto vinto da protagonista. Ma la vita di Rafael Leao non è solo legata al mondo del pallone. Si è raccontato nell’intervista rilasciata a Outpump, un magazine fondato nel 2016 che tratta soprattutto moda e musica. L’esterno rossonero ha mosso i primi passi da Almada, distretto di Setúbal, dov’è nato e cresciuto: «Da dove vengo io tutti sembrano invisibili. Qui nessuno ti guarda e nessuno ti vuole guardare. Attraverso il calcio, la musica e la moda, voglio mostrare a tutti i bambini del mio quartiere e dei quartieri simili che possono farcela, indipendentemente dalle loro origini. Una cosa è fondamentale, però: mai dimenticarsi da dove si viene».