Da Craxi a Fini, intrecci di famiglie e potere. Ma Lollobrigida, marito della sorella di Meloni: “La mia storia è diversa”

“Sono parente da una vita”, scherza il capogruppo di Fratelli d’Italia. Si riferisce alla mitica Lollo, nipote del fratello del suo bisnonno. All’inizio Francesco fu il capo di Giorgia, poi vennero eletti insieme alla  provincia nel 1998: “L’usciere le disse che i bambini non potevano entrare”

“Sono parente da una vita”. Risata. Sorsata di tè verde. Forse è autoironia preventiva. Sarà l’abitudine. D’altronde, prima di diventare l’ultimo grande cognato d’Italia, Francesco Lollobrigida, con quel cognome lì, da quando è nato si arrampica sull’albero genealogico. Sorella 1 e sorella 2, Arianna e Giorgia Meloni, ancora non marciavano nella sua vita. In principio fu Gina Lollobrigida. “Allora, devo chiamare a casa perché nemmeno io me lo ricordo con precisione. Ecco sì: il nonno di mio padre, Nazzareno, e suo nonno, Luigi, erano fratelli”. Certo, la Bersagliera del cinema. Nonché candidata a 95 anni, con femore rotto da poco e operato, per le truppe rossobrune di Marco Rizzo (Italia sovrana e popolare). Rapporti tra i due: inesistenti, al di là di questo laccio che li lega da 50 anni. E cioè l’età di mister Lollo che dalla famosa parente ha forse preso il gene buono, lineamenti gentili. Per via di questa faccia da…