Da Atm a Sea: tutte le nomine che agitano il sistema delle partecipate milanesi

Il Comune ha sospeso il limite di doppio mandato, per cui in questa finestra non sono previsti scossoni. Dalla società del trasporto pubblico alla gestione degli scali aeroportuali, ecco chi resta (e chi potrebbe uscire)

Tempo di nomine all’interno dei consigli di amministrazione delle società partecipate del Comune di Milano, tra incarichi di grande prestigio e ruoli meramente rappresentativi. Il tema – spesso appannaggio degli addetti ai lavori o dei giornalisti appassionati al genere –  andrebbe analizzato con maggiore attenzione. In molti casi, infatti, il back office della politica è molto importante per comprendere ciò che avviene alla luce del sole. Tra le 13 società partecipate da Palazzo Marino (sede del Comune, nda) figurano realtà di grandissimo peso e potere gestionale come Atm (Azienda dei trasporti milanesi), Sea (Società che gestisce il sistema aeroportuale milanese) e MM, società di ingegneria nata per realizzare la metropolitana di Milano trovatasi negli anni a gestire sia il servizio idrico che le case popolari del Comune.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti…