Cybersicurezza, Baldoni (Acn): “Consapevolezza bassa, alzare le difese”

La consapevolezza dell’importanza della sicurezza cibernetica dei dati in Italia “è ancora bassa e dobbiamo aumentarla: c’è un impegno totale da parte dell’Agenzia ma anche di tutte le istituzioni nazionali per alzare il livello di consapevolezza nelle pubbliche amministrazioni, nelle aziende, soprattutto le Pmi, e tra i cittadini”. Lo ha detto all’Adnkronos il direttore generale dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn) Roberto Baldoni.

In base al proprio ruolo ognuno ha le sue responsabilità: “Come amministratore delegato di un’azienda – ha spiegato – ho una serie di responsabilità nella gestione del rischio cyber nell’azienda stessa, che potrebbe portare a gravi perdite o al blocco del funzionamento dell’azienda stessa e devo quindi prendere tutte le precauzioni del caso per minimizzare il rischio; se sono un cittadino devo adottare le regole di sana igiene cyber quando uso la posta elettronica o navigo sul web”. “Siamo in una dimensione che non è più solo fisica, ma fisica digitale. Se nel mondo fisico sappiamo come proteggerci dobbiamo capire che anche il digitale è un altro mondo in cui bisogna usare regole di sicurezza. Non bisogna spaventarsi, ma esserne consapevoli”, ha continuato.

L’Agenzia per la cybersicurezza…