crescita rallenta nel 2023, contesto difficile ma margini per migliorare- Corriere.it

La crescita stimata del Pil nel 2022 del +3,3%, con una revisione al rialzo rispetto alle previsioni del Documento di economia e finanza (Def) di aprile (+3,1%). Nel 2023 invece rallenter al +0,6%, per poi risalire (in questo caso le stime confermano le previsioni del Def) a +1,8% nel 2024 e +1,5% nel 2025. La previsione di aumento del Pil per quest’anno viene rivista al rialzo, si legge nella Nadef, grazie alla crescita superiore al previsto registrata nel primo semestre e pur scontando una lieve flessione del Pil nella seconda met dell’anno. Il Consiglio dei ministri ha approvato la Nota di aggiornamento del Def 2022 mercoled 28 settembre. Le previsioni economiche della Nadef sono improntate, come per i precedenti documenti di programmazione, a un approccio prudenziale – precisa il governo nel documento – . Anche in un contesto difficile come quello attuale esistono tuttavia margini perch tali previsioni siano superate.

L’aggiornamento della previsione evidenzia anche un rialzo del sentiero dell’inflazione e della crescita salariale – si legge nel documento visionato dall’Ansa – si continua comunque a prevedere che il tasso di inflazione cominci a scendere entro la fine di quest’anno. L’indebitamento netto tendenziale nel 2022 scende al 5,1% (a fronte…