«Cresceremo più di Francia e Germania. Pronto a interventi ancora più pesanti»- Corriere.it

Quel che serve, ora pi che mai, coesione sociale e politica. L’incertezza, con le urne alle porte, pu essere mitigata se la credibilit internazionale dell’Italia rimane tale davanti a ci che definisce nuvole all’orizzonte. Mario Draghi, in conferenza stampa al termine dell’ultimo consiglio dei ministri prima della pausa estiva, non fa mistero che l’autunno porter con s una serie di sfide da far tremare i polsi: Aumento del prezzo del gas, crisi energetica, il carovita trascinato da questo tasso d’inflazione, difficolt di approvvigionamento di materiali, l’incertezza geopolitica, che la crisi di Taiwan rischia di esacerbare perch non aiuta i progetti di cessate il fuoco in Ucraina, visto che le speranze di negoziato con Mosca erano riposte sulla Cina. Per l’eredit che lascia a chi lo seguir a Palazzo Chigi lo induce a pensareche le previsioni sul terzo trimestre non sono cos pessimistiche seppur in un contesto di forte difficolt per imprese e famiglie che questo decreto da 17 miliardi intende alleviare. La portata degli interventi — sulle bollette elettriche, sul cuneo fiscale e sulla rivalutazione delle pensioni — assume connotati straordinari dettati dal carattere d’urgenza che il carovita determina sui risparmi e sulle attivit produttive. Il dettato…