Cremona, vigilante la scopre a rubare: “Sesso con me o ti denuncio”

Scopre una donna mentre tenta di rubare in un negozio e, per non denunciarla, la ricatta chiedendole denaro e prestazioni sessuali. E’ successo a Cremona. I carabinieri hanno arrestato con l’accusa di estorsione, tentata violenza sessuale e violenza privata un uomo di 53 anni, guardia giurata di un centro commerciale del capoluogo lombardo.

Tutto avrebbe avuto inizio lo scorso fine agosto quando la vittima, dopo essere entrata in un negozio del grande magazzino, avrebbe tentato di rubare una piastra per capelli del valore di 50 euro. Avrebbe tentato di lasciare l’esercizio commerciale passando attraverso l’uscita senza acquisti, venendo fermata poco dopo dalla vigilanza.

Accompagnata in una stanza la donna, senza lavoro e in cerca di un’occupazione, avrebbe ammesso il furto rendendosi disponibile a pagare il prodotto per non avere conseguenze di carattere penale. La guardia 53enne, dopo averle concesso di acquistare la piastra, avrebbe tenuto una copia del suo documento e del suo numero di telefono. Da quel momento l’uomo avrebbe iniziato a chiamare la vittima più volte, chiedendole degli incontri appartati in cui, oltre a chiederle dei soldi, le avrebbe fatto ripetere delle frasi in cui lo ringraziava per il suo interessamento alla vicenda…