«Craxi ha segnato la storia». In cento ad Hammamet- Corriere.it

di Giuseppe Alberto Falci e Cesare Zapperi

Il segretario della Lega ricorda il leader socialista: «Un uomo che ha profondamente segnato la storia del Paese». Rosato (Iv): «Bisogna rompere un muro di ipocrisia»

«Un uomo che ha profondamente segnato la storia politica del nostro Paese, rivendicandone e difendendone la grandezza e la sovranità». A 23 anni dalla sua scomparsa, Bettino Craxi riceve un omaggio da parte di Matteo Salvini che qualcuno troverà sorprendente vista la forte contrapposizione riservata dalla Lega al leader socialista in vita, quando in Parlamento veniva mostrato il cappio agli indagati di Mani Pulite. Ma l’omaggio del vicepremier non è isolato, perché parole elogiative arrivano anche dal capogruppo al Senato Massimiliano Romeo: «Bettino Craxi merita un posto di rilievo nella storia del nostro Paese. Ricordiamo sì l’avversario ma, soprattutto, l’uomo di grande spessore politico che ha avuto sempre a cuore le sorti dell’Italia».

Per Silvio Berlusconi, invece, il ricordo oltre che per l’amico di antica data è per una figura che «non perde di attualità» e che acquisisce con il tempo il «profilo di un grande protagonista della storia del nostro Paese; gli anni del suo esilio vanno ricordati come monito sugli effetti perversi…