Covid, quarta dose arma di punta contro il rischio di una nuova ondata Agenzia di stampa Italpress

PALERMO (ITALPRESS) – Con una circolare dell’11 luglio scorso, il ministero della Salute ha raccomandato la somministrazione di una seconda dose di richiamo con vaccino anticovid a mRNA a tutte le persone che abbiano compiuto 60 anni. Una raccomandazione che vale anche per le persone fragili di ogni età.
L’obiettivo è quello di mantenere la risposta immunitaria di fasce di popolazioni ritenute a rischio o ad alto rischio, in vista dell’autunno, quando anche in concomitanza con l’apertura delle scuole non si esclude una nuova ondata della pandemia.
“La quarta dose è fondamentale, sia per i fragili che per gli over 60 – ha spiegato il commissario per l’emergenza Covid di Palermo, Renato Costa -. La quarta dose protegge le persone dalla malattia grave, rinnova l’immunità visto che dall’ultima volta che abbiamo fatto il vaccino sono passati più di 120 giorni, e perchè è fondamentale per creare una barriera ulteriore alla diffusione del virus – ha aggiunto – L’unica cosa di cui abbiamo certezza è che la quarta dose ci protegge”.
“La quarta dose agli over 60 e ai soggetti fragili è molto importante, evita il progredire della malattia e non si passa dall’infezione alla malattia grave – gli fa eco il commissario per l’emergenza Covid di…