Covid, quanto è infettivo un malato? Tecnica italiana lo misura

Quanto è infettivo un contagiato da Covid-19? Una tecnica italiana permette di misurarlo e si guadagna le pagine della rivista ‘Communications Biology’. L’articolo è firmato da un team dell’Istituto di biomembrane, bioenergetica e biotecnologie molecolari del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibiom) di Bari, dell’università degli Studi di Bari ‘Aldo Moro’, dell’università Statale di Milano, dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata e del Laboratorio Covid dell’ospedale ‘Di Venere’ di Bari, con il supporto della piattaforma genomica e bioinformatica messa a disposizione dal nodo italiano dell’Infrastruttura di ricerca europea Elixir per le scienze della vita.

Gli autori hanno analizzato 166 persone affette da Covid con differente grado di carica virale, mettendo a punto “una metodologia per determinare il numero assoluto di molecole di Rna virale contenute nei tamponi molecolari utilizzati per individuare la positività al virus”, spiega una nota. “A seguito dell’infezione da Sars-Cov-2”, infatti, “il virus produce due tipi di molecole di Rna: un filamento di Rna di circa 30mila nucleotidi, corrispondente al genoma completo del virus; una serie di…