Covid, over 50 scrive su modulo ‘Stato responsabile per danni’, medici si rifiutano di vaccinarla

Eclatante quanto accaduto in un centro vaccinale di Roma, dove una donna over50, a seguito dell’obbligo vaccinale introdotto dal Governo, si è recata per sottoporsi alla vaccinazione anti-Covid, venendo rispedita a casa dal personale medico, che si è rifiutato di somministrare la dose di vaccino. Il caso viene reso noto oggi dal Codacons, a cui la donna si è rivolta per ottenere assistenza legale. “Mercoledì 12 gennaio la signora si reca presso il centro vaccinale Cesa in Via Alvaro per sottoporsi al vaccino anti-Covid Moderna –ricostruisce il Codacons- Al momento di firmare il consenso informato che, come noto, tutti i vaccinati devono sottoscrivere, la donna tira fuori una penna dalla borsa e, alla pagina dove si specifica che il cittadino ha ‘compreso i benefici e i rischi della vaccinazione’, aggiunge una frase scrivendo testualmente ‘non liberando lo Stato italiano, che mi obbliga a questa vaccinazione, da ogni eventuale avversità, malattia derivante, o qualsiasi effetto indesiderato ne derivasse’”.

Il personale sanitario del centro vaccinale si accorge della postilla scritta a penna dalla donna, e ne nasce una accesa discussione. Da qui, racconta il Codacons, “l’intervento del direttore della…