Covid oggi Italia, stabili ricoveri e terapie intensive

In Italia “i ricoveri” Covid “in area medica e nelle terapie intensive nella settimana dal 26 luglio al 2 agosto sono stabili”. Lo evidenzia la Fiaso, Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere, nel report sugli ospedali aderenti alla propria rete sentinella, dopo la diminuzione del 2% registrata la scorsa settimana. “Resta bassa la percentuale di occupazione delle rianimazioni: 4,4% del totale dei pazienti Covid”, aggiunge nel rapporto.

“Nei reparti ordinari ci sono stati 21 nuovi ingressi. Si tratta di pazienti ‘con Covid’ – precisa la Fiaso – il cui ricovero è stato determinato da altre patologie, ma che sono risultati positivi al tampone. L’incidenza di questi pazienti ‘con Covid’ è salita questa settimana del 7,5% nei ricoveri ordinari e, complessivamente, questa categoria rappresenta il 58% del totale dei pazienti Covid presenti negli ospedali oggetto della rilevazione”.

“Circa il 95% dei ricoverati” Covid “vaccinati nelle intensive e il 77% in regime ordinario lo sono da oltre 6 mesi”. E “l’età media dei pazienti vaccinati in area medica è di 76 anni e scende a 66 nelle rianimazioni. C’è quindi un chiaro ritardo di tale fascia della popolazione nel sottoporsi alla quarta dose, che espone i soggetti fragili e gli over 60…