Covid Italia, Rezza e Brusaferro: “Netto peggioramento”

In Italia “c’è una rapida impennata nel numero di nuovi contagi” da coronavirus e “questa settimana la situazione epidemiologica nel nostro Paese peggiora sensibilmente, con l’incidenza di casi di Covid 19 che raggiunge ormai i 1.700 per 100mila abitanti”. E’ quanto spiegano Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), e Giovanni Rezza, il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, in un videomessaggio commentando i dati del monitoraggio Covid-19, diffusi oggi.

SOLO IN ALTO ADIGE SEGNALI DI DECRESCITA

“C’è una fortissima circolazione del virus in tutte le Regioni tranne che nella Provincia autonoma di Bolzano, dove ci sono segnali di una decrescita”, afferma Brusaferro, ricordando che “in molti Paesi le curve epidemiche si stanno impennando”. “In questa settimana – evidenzia l’esperto – sono aumentati ulteriormente in maniera significativa l’incidenza a 7 giorni per 100mila abitanti, che è salita a 1.669 casi, e l’indice di trasmissibilità, che si mantiene costantemente sopra 1”, e nel caso dell’Rt calcolato sui sintomatici “è fortemente in crescita. Quello proiettato più avanti nel tempo infatti è pari a 1,83, indicativo di una forte crescita nel numero di nuovi…