Covid, in Europa potrebbe costare altri 300mila morti: studio

Covid in Europa, nel peggiore degli scenari in assoluto la pandemia di coronavirus potrebbe costare altri 300mila morti. E’ il numero di vittime ipotizzato da uno studio, in base a un modello che conta il numero di persone in 19 Paesi che non sono state né infettate né vaccinate. I non protetti. L’analisi, disponibile in versione preprint su ‘MedRxiv’ e non ancora sottoposta a revisione paritaria, viene rilanciata da ‘Nature’ online. Quello calcolato – precisano gli autori, esperti della London School of Hygiene and Tropical Medicine – è un numero massimo, basato sul quadro peggiore, cioè presupponendo che tutte le restrizioni anti-contagio siano revocate e i contatti tra gli individui tornino ai livelli pre-Covid. I modelli contenuti nel lavoro prevedono anche che la pandemia potrebbe portare a circa un milione di ricoveri sempre a livello europeo.

Al di là del numero preciso, i risultati dell’analisi suggeriscono che il bilancio imminente delle infezioni da Sars-CoV-2 potrebbe essere piuttosto grave in Europa, e probabilmente altrove, spiega Henrik Salje, epidemiologo di malattie infettive all’università di Cambridge, nel Regno Unito, non coinvolto nello studio e citato da Nature. Ma le cifre sono da interpretare…