così Putin usa la minaccia estrema contro l’Occidente- Corriere.it

Il presidente russo mette in guardia i Paesi alleati: «Il mio non è un bluff». La Russia avrebbe 5.977 testate, 1.500 in via di smantellamento

Nel discorso televisivo alla nazione con cui ha annunciato la mobilitazione parziale e segnato il passaggio dall’operazione militare «speciale» alla guerra reale, Vladimir Putin ha denunciato la «retorica nucleare pericolosa e sconsiderata» della Nato, che vuole «indebolire, dividere e distruggere la Russia». Gli alleati occidentali si affidano alla «minaccia nucleare», ha detto, ma «se la sua integrità territoriale sarà minacciata, la Russia userà tutti i mezzi a disposizione per difendere il Paese e la popolazione»: parole che lasciano presupporre un ricorso alle armi nucleari nel caso la Russia dovesse sentirsi minacciata. «Questo — ha aggiunto — non è un bluff».

Se finora l’uso di armi nucleari era stato considerato possibile ma poco probabile dalle intelligence occidentali, le stesse che hanno predetto con largo anticipo ogni mossa del neo-zar in questo conflitto, la situazione potrebbe essere improvvisamente cambiata con i referendum indetti dalle autorità filorusse nei territori occupati dell’Ucraina che, anche se probabilmente caratterizzati da brogli e non riconosciuti dal diritto…