Cosa succede ora, viste le possibili dimissioni di Draghi?- Corriere.it

Quando ci saranno le elezioni anticipate? Draghi continuer a guidare l’esecutivo fino ad allora? I passaggi che ci attendono nelle prossime settimane

Visto l’andamento del voto al Senato, Mario Draghi sta per confermare le sue dimissioni al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Che cosa succeder, ora?

Ecco i prossimi passaggi:

– Le consultazioni: il presidente della Repubblica potrebbe non passare da un giro di consultazioni con i presidenti di Camera e Senato e con i partiti. Come indicato da Marzio Breda:

Nel gennaio 1994 Scalfaro sciolse le Camere e chiuse la legislatura dopo appena due anni senza neppur fare le consultazioni con i partiti. Accadde quando l’allora premier Ciampi, alla guida di un esecutivo tecnico di larghe intese (passato e presente, tutto si tiene), fu minacciato di sfiducia in Aula ma, prima del voto, quell’iniziativa fu trasformata in mozione di fiducia dagli stessi proponenti. A premere per la cacciata erano le sinistre, convinte di avere in tasca la vittoria alle urne, e l’area del cosiddetto partito dei giudici, visto che quello era il Parlamento degli inquisiti. Ciampi sal al Colle, pronto a mollare ma incerto. Scalfaro tagli corto e chiuse la partita, lasciandolo a gestire Palazzo Chigi fino all’insediamento del nuovo governo,…