cosa significa la visita per Biden, Xi Jinping e Tsai Ing-wen- Corriere.it

La visita a Taiwan della presidente della Camera Usa, la democratica Nancy Pelosi, rappresenta un gesto di solidarietà per un’isola sotto la costante minaccia di un’invasione-annessione da parte della Repubblica Popolare cinese. È un riconoscimento importante che viene dalla terza carica istituzionale americana. L’ultima volta che accadde fu nel 1997 quando a Taipei si recò Newt Gingrich, repubblicano, allora presidente della Camera. Dopo di allora ci sono state delle visite di delegazioni parlamentari americane, sia pure non allo stesso livello, e ogni volta Pechino ha reagito duramente a quelle che giudica come «interferenze» in una «provincia ribelle». Questa volta le minacce cinesi sono andate ben oltre, fino a configurare un’escalation della tensione militare tra le due superpotenze. Per inquadrare l’evento, proviamo a vederlo da quattro prospettive diverse, quelle di quattro protagonisti: Nancy Pelosi; Joe Biden; Xi Jinping; e la presidente taiwanese Tsai Ing-wen.

Nancy Pelosi è la prima donna presidente della Camera a Washington. All’età di 82 anni si avvicina alla fine del suo mandato, tanto più che a novembre i repubblicani potrebbero riconquistare la maggioranza alla Camera. Il suo collegio elettorale è San Francisco, città che ha la…