cosa recita l’articolo 52 della Costituzione – Libero Quotidiano

L’Art. 52 della Costituzione recita: la difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Questo dovere, storicamente, dall’Unità d’Italia sino alla Repubblica, era certamente un impegno inderogabile che incideva profondamente sulla vita delle persone, sia in tempo di pace che in tempo di guerra. In tempo di pace, nel Regno d’Italia, il servizio militare nell’800 durava dai 4 ai 5 anni, progressivamente ridotti a due anni e poi in epoca repubblicana ad un anno, prima della sospensione della leva obbligatoria (sospensione non abrogazione) nel 2004. In tempo di guerra la diserzione dall’obbligo del servizio militare poteva portare purtroppo direttamente davanti al plotone di esecuzione.

Ma anche in tempo di pace, anche dopo l’entrata in vigore della Carta Costituzionale, l’alternativa al servizio militare obbligatorio per gli obiettori di coscienza ,che contestavano l’uso delle armi ,erano mesi e mesi di carcere. Solo nel 1972 venne riconosciuto il diritto alla obiezione di coscienza ma prima della sospensione della leva obbligatoria ci fu anche un periodo transitorio nel quale alla leva militare venne affiancato il Servizio Civile Nazionale, sostitutivo della Leva ma sempre obbligatorio, dovendo chi maturava l’età…