cosa hanno intercettato – Libero Quotidiano

“Allerta già al massimo”, gridano dalla base Nato di Malbork, nella estrema regione nord orientale della Polonia. Qui è operativa la Tfa Polonia ‘White Eagle’, la missione a guida italiana di difesa dello spazio aereo dell’Alleanza. Ed è proprio l’Aeronautica Militare, dopo la caduta dei missili in territorio polacco, a mettere in guardia: la tensione “non può innalzarsi ulteriormente”. A vigilare in caso di avvicinamento di caccia russi al confine con i territori dell’Alleanza ci sono proprio quattro Eurofighter F-2000A dell’Aeronautica Militare.

 

 

“In tre mesi abbiamo effettuato 19 scramble – spiega il colonnello Salvatore Florio, pilota di lungo corso e comandante della missione – tecnicamente un decollo su allarme che si verifica quando un aereo non rispetta lo spazio aereo internazionale”. Ma non è finita qui, perché Florio sulle colonne del Giornale aggiunge che “abbiamo intercettato e identificato più di 25 velivoli russi al confine polacco, in acque internazionali, riuscendo a fotografarne 24, durante circa 48 ore di attività di volo”. 

 

 

Più nel dettaglio, l’attività italiana “avviene – conclude Florio – al confine…