Cosa fare dopo la fioritura delle rose: ecco i passaggi

La Rosa è sicuramente un fiore da sempre molto apprezzato. È originaria dell’Europa e dell’Asia e fa parte della famiglia delle Rosacee che comprende circa 150 specie. Le rose cercano un clima mite, dei luoghi soleggiati o semi-ombrosi che però sono riparati dal vento. Il terreno deve essere umido e ben drenato. Non ha bisogno di molte annaffiature e neanche di essere concimata all’inizio della ripresa vegetativa.

Cosa fare dopo la fioritura delle rose: ecco i passaggi

Dopo la fioritura delle rose, per conservarle e farle ricrescere l’anno dopo, bisogna comunque prendersene cura e farlo nel modo giusto, senza rischiare di rovinarle. Vediamo insieme cosa fare.

Per mantenere sane le rose, dopo la fioritura devono essere potate. Bisogna tagliare i rami secchi, malati, spezzati e sfioriti.

Le rose devono essere innanzitutto divise in due gruppi, quelle non rifiorenti, che hanno una sola fioritura a maggio e le rifiorenti che continuano a fiorire fino alla fine dell’inverno.

Ovviamente devono essere potate in modo diverso.

Rose fiorenti

Cominciamo con il vedere le rose rifiorenti. Questi fiori fioriscono la prima volta a maggio, per poi avete un breve periodo di riposo e ricominciare, alla fine dell’estate. Le gemme laterali fanno origine ai nuovi…