Cosa fa il re, in Gran Bretagna? Le giornate di Carlo III- Corriere.it

Dopo i funerali della regina Elisabetta, re Carlo III si prepara ad assumere in pieno le sue funzioni: dagli incontri settimanali (e privati) con il premier ai plichi di documenti del governo (nei «red boxes»), dalla guida della Chiesa d’Inghilterra a quella del Commonwealth, ecco quali sono i suoi poteri

LONDRA — Terminato il funerale, Carlo III si è mosso verso Balmoral, in Scozia: è la residenza amata dalla madre (e dove la Regina è morta, l’8 settembre, a 96 anni), e lì il nuovo re osserverà altri sette giorni di lutto.

Niente impegni: il capitolo pubblico della scomparsa di Elisabetta II si chiude e comincia un periodo di riflessione privato.

Carlo coglierà l’occasione per riordinare, oltre ai pensieri, un’agenda piena di nuove mansioni.

Se il monarca ha un ruolo simbolico e apolitico, rimane però Capo di stato.

Ogni giorno riceve plichi di documenti dal governo in tradizionali contenitori di pelle rossa (i cosiddetti «red boxes»).

Il mercoledì pomeriggio incontra il primo ministro a Buckingham Palace per essere aggiornato sugli ultimi sviluppi. Si tratta di incontri privati i cui temi non vengono mai divulgati.

Il re ha inoltre funzioni importanti nel cerimoniale del Paese. È lui a chiedere al leader del partito che vince le elezioni di formare…