cosa è successo sul Mar Nero – Libero Quotidiano


Tensioni alle stelle sul mar Nero: un drone americano sarebbe partito da Sigonella per una missione di ricognizione proprio su quell’area. Si tratta dell’RQ-4 Global Hawk, che sarebbe stato avvistato al largo della costa della Crimea, come riportato da Rbc-Ucraina citando il servizio Flightradar24. Il velivolo sarebbe decollato dalla base Usa di Sigonella, poi avrebbe attraversato lo spazio aereo di diversi Paesi europei e alla fine si sarebbe diretto verso il Mar Nero. 

Il drone in questione è caratterizzato da una velocità massima di volo di 575 km/h e un’autonomia di 34 ore. Non è la prima volta che un velivolo del genere viene avvistato in quella zona: già il 17 marzo scorso infatti un drone dello stesso modello era stato rilevato dai radar sul Mar Nero.

 

L’RQ-4 Global Hawk, come si legge sul Corriere della Sera, viene prodotto dalla società statunitense Northrop Grumman ed è in grado di sorvegliare in un periodo di 24 ore fino a 100mila chilometri quadrati di territorio, cioè un’area delle dimensioni della Corea del Sud o dell’Islanda. Il velivolo infatti viene utilizzato per la raccolta di informazioni a supporto di operazioni…