cosa cambia per scuola, ristoranti e sport


Ingressi scaglionati a scuola dalle 9, nuovi orari e nuove regole per bar e ristoranti, chiusure di strade e piazze per evitare assembramenti. Sono alcune delle misure previste dal nuovo Dpcm illustrato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.


“I sindaci potranno disporre la chiusura al pubblico dopo le 21 di vie e piazze dove si creano assembramenti”, dice il premier.



“Tutte le attività di ristorazione sono consentite dalle 5 del mattino a mezzanotte se il consumo avviene ai tavoli. Se non è previsto ai tavoli, la somministrazione è prevista fino alle 18. L’asporto è consentito fino a mezzanotte, le consegne a domicilio sono consentite senza vincolo di orario. Nei ristoranti, al tavolo potranno esserci 6 persone al massimo. I ristoratori dovranno affiggere cartelli con il numero massimo di persone ammesse nel locale”, spiega Conte.


Capitolo scuola: “Le attività scolastiche continueranno in presenza, è un asset fondamentale per il nostro paese. Per le scuole secondarie di secondo grado, verranno favorite modalità più flessibili dell’attività didattica, con ingresso degli alunni dalle 9 e con turni pomeridiani se possibile. E’ previsto che le…